Gestione automatizzata delle etichette

Pubblicato da Maurizio il 31/10/2022
Aggiornato il 31/10/2022
Tempo di lettura, circa 3 minuti

blog

Ora che abbiamo installato i due principali moduli aggiuntivi per la gestine agevole dei plugins andiamo ad installare il primo plugin per la gestione vera e propria delle immagini.

Photils è un interessante progetto per l’etichettatura delle immagini con l’aiuto dell’intelligenza artificiale.

Puoi trovare il client su Github QUI che dovrai scaricare e rendere eseguibile come da istruzioni che troverai sulla pagina di Photils stesso.

Il plugin per darktable e il relativo file di traduzione sono disponibili in fondo alla pagina come al solito e - oltre a questi - ti condivido il file delle etichette tradotte in italiano (se non lo installi il programma ti proporrà le etichette in inglese).

Per utilizzarlo dovrai semplicemente scaricarlo e posizionarlo in un’apposita cartella (anche queste istruzioni sono ben esplicate su Github).

Ti chiedo solamente una cortesia: il file delle traduzioni contiene circa 3.700 termini. Non è stato facile tradurle tutte sia per la quantità sia - soprattutto - perchè fare una traduzione secca di una parola in inglese fuori da ogni contesto non è facile! Se abbey può essere solo e soltanto abbazia, converrai con me che fan può avere più di un significato. Per questo motivo ho fatto decine e decine di prove per rendere le traduzioni il più possibile affidabili e vicine alla lingua italiana (così backyard è diventato giardino dietro alla casa).

Il file delle etichette tradotte è stato condiviso con l’autore di Photils e pubblicato sulla pagina del progetto. Nel caso tu abbia dei suggerimenti per favore condividimeli così che io possa continuare a migliorare il file disponibile per tutti!

Ora passiamo al lato operativo!

Quando il plugin sarà stato installato (utilizza lo Script Manager mi raccomando!) lo troverai nella modalità Tavolo Luminoso nella colonna a destra.

La semplicissima interfaccia di Photils autotagger

Come puoi vedere l’interfaccia è semplicissima.

Occorre regolare il valore minimo di affidabilità per evitare che vengano proposte etichette non pertinenti.

Un valore del 100% produrrà pochissimi risultati (sicuramente attendibili ma potresti perderti qualcosa) mentre valori via via più bassi aumentano la quantità di etichette proposte al prezzo di una minore affidabilità.

Come puoi vedere dalla schermata io ho impostato il mio valore a 98. Photils lo imposta di default a 95 ma - dal mio punto di vista - è un po’ troppo basso e mi sono accorto che perdevo troppo tempo per valutare etichette assolutamente non pertinenti.

Comunque, fatto questo, occorrerà selezionare UNIMMAGINE (mi raccomando UNA soltanto oppure riceverai un messaggio di errore) e fare click sul pulsante Crea Etichette.

In pochi istanti Photils ti restituirà una certa quantità di etichette.

Ecco i risultati

Come puoi vedere con il 98% di precisione Photils ha restituito ben 4 pagine di risultati (alcuni pertinanti come Bokeh oppure Sfocatura e altri meno come Ramo).

Seleziona le etichette che ti interessano (spostandoti da una pagina all’altra dei risultati, se necessario): vedrai apparire un pulsante Collega xx etichette.

Fai click sul pulsante per attaccare le etichette selezionate alla tua foto!

Photils è pronto ad etichettare l'immagine

Questo è tutto! Semplice no?

Ovviamente puoi provare a selezionare diversi valori di affidablità per vedere di trovare il livello che più ti soddisfa.

Se apriamo il modulo standard Etichettatura di darktable troviamo tutte le etichette che abbiamo appena applicato.

Le etichette sono state applicate

Ovviamente Photils non sostituisce il modulo Etichettatura ma lo integra soltanto! Ritengo comunque sia una bella comodità poter scegliere le etichette più adatte alla situazione piuttosto che doverle pensare ogni volta.

Inoltre - da non sottovalutare - Photils ti proporrà le etichette sempre scritte alla stessa maniera: è fastidioso scoprire nel tempo di aver usato delle etichette leggermente diverse per identificare la stessa cosa!

Come promesso ti lascio qui sotto

Il file .lua del plugin per darktable

Il file di localizzazione del plugin in italiano

E il file per la localizzazione in italiano delle etichette!


Questo è il capitolo [ 4 ] della serie: "darktable extended"



Vuoi essere il primo a lasciare un commento? Ne sarei felice!

Richiesto
Richiesto
Opzionale
Richiesto