MaurizioPaglia.it


Fotografie à la carte, con contorno

É UN PIACERE VEDERTI QUI!

PERCHÉ É NATA QUESTA PUBBLICAZIONE?

Perchè non ne posso più di vedere montagne di fotografie tutte uguali! Perchè siamo sommersi da immagini tanto spettacolari quanto insignificanti! Perchè siamo diventati bulimici e frenetici consumatori di immagini che scorrono veloci sotto le nostre dita appoggiate distrattamente sullo schermo dello smartphone!
OGNI immagine ha un preciso valore che va ben oltre uno sguardo fugace.
OGNI immagine contiene una parte del fotografo che l'ha catturata.
OGNI immagine ha una sua storia che vale la pena di essere conosciuta ... e io sono qui per raccontartela!

Ricordati che non è necessario che una foto sia bella: l’importante è che sia buona e una buona fotografia riesce sempre a smuovere le nostre emozioni. Quindi perchè Fotografie à la carte ? Perchè – come da un menu à la carte – puoi scegliere di guardare anche UNA fotografia soltanto pescandola a caso dalla mia scatola. Forse ti sembrerà una cosa molto piccola invece è una differenza enorme nel modo di fruire di un’immagine!
É come mettersi sulle ginocchia una scatola di cartone piena di fotografie e pescarne alcune a caso. Ognuna diversa dall’altra. Senza alcun apparente filo conduttore. Ognuna con una storia da raccontare.


Entra, e scopri di più!

HO PREPARATO PER TE...

BLOG


Appunti sparsi sulla fotografia, sulla tecnica, sui software di foto-ritocco, sulla filosofia delle immagini e tutto ciò che mi viene in mente...

Leggi...

PROGETTI


Come e perchè nasce una fotografia. Dall'idea, alla realizzazione. La scelta dell'inquadratura e delle regolazioni, La selezione dell'immagine...

Leggi...

NEMO


Gli ultimi. Gli invisibili. I fantasmi . Storie di ordinaria quotidianità. Perchè, che ti piaccia o no, il nostro peggior nemico vive e prospera dentro di noi...

Leggi...

STAMPE


Quest'opera è completamente gratuita. Non ti chiederò mai di pagarmi una birra ma se vedi un'immagine che ti piace, o vuoi fare un regalo, la puoi acquistare...

Leggi...

LA STORIA DI TEODORO

Questa è una storia vera.

Un carissimo amico ha deciso di raccontarmi il suo cammino per uscire dalla depressione. Per tutelare la sua privacy userò un nome di fantasia: Teodoro .
Teodoro è una persona normale, con un lavoro, una famiglia, degli amici.
Eppure, sta rischiando di perdere tutto.
Una sera mi ha chiamato, era piuttosto tardi, per chiedermi se avessi voluto essere il testimone del suo percorso.
Sono sincero, non avrei mai voluto trovarmi in questa situazione! Però ho accettato.

Il disagio mentale è una cosa poco conosciuta.
Si parla di povertà, di droga, si raccontano storie di senzatetto, di anziani e tutto questo è facilmente documentabile attraverso la fotografia. Il disagio mentale è qualcosa di molto personale. Credo che ognuno lo viva a suo modo, combattendo contro i suoi fantasimi, le sue debolezze, tutte cose che arrivano dall’interno.


la bolla, la storia di teodoro

INTRO-VISIONI

É possibile realizzare a 50 anni compiuti di essere un introverso ?

E poi, è possibile scoprire solo ora il vero significato della parola introversione? Ma - soprattutto - è possibile che uno debba aspettare così tanto tempo per capire che essere un introverso non significa essere una persona sbagliata ?
Se queste affermazioni ti fanno sorridere probabilmente sei un estroverso... se, al contrario, capisci perfettamente che cosa sto dicendo e questo ti incuriosisce, allora molto probabilmente sei un INTROVERSO .
É stato un libro a rivelarmi tutto questo. Un libro magico? Assolutamente no! Un libro che mi ha fatto conoscere le ricerche scientifiche che, da anni, si occupano della parte silenziosa del pianeta e dell'enorme quanità di introversi che cercano a tutti i costi di apparire diversi perchè l'estroversione ci viene proposta come l'arma vincente .

INTRO-VISIONI gioca, senza tanti misteri, con la parola introversione .
La fotografia viene spesso praticata in solitudine. Anche chi ama fare fotografia di strada si immerge nella folla ma lavora da solo, chiuso nei suoi pensieri, assorto nei suoi ragionamenti eppure estremamente vigile a ciò che succede intorno per poter catturare un momento irripetibile della durata di un secondo!
Eppure... corsi, conferenze, workshop, sono tutte parole che presuppongono lo svolgimento di attività di gruppo.
Se credi di esserre un introverso, se sai di essere un introverso, ti consiglio invece di provare a fotografare da solo, senza troppa vergogna (un altro sentimento proprio degli introversi). Molto presto vedrai fluire nelle tue immagini qualcosa di completamente nuovo.


intro-visioni