Maurizio Paglia
Trapani, una piccola barca aspetterà con pazienza il trascorrere della notte per poter navigare nuovamente la mattina seguente

Tramonto a Trapani

Una piccola barca aspetterà con pazienza il trascorrere della notte per poter navigare nuovamente la mattina seguente

Una piccola barca aspetterà con pazienza il trascorrere della notte per poter navigare nuovamente la mattina seguente
Una piccola barca aspetterà con pazienza il trascorrere della notte per poter navigare nuovamente la mattina seguente

Trapani è una città dai mille volti

Di giorno vi abbaglia quando il sole colpisce le sue case di pietra chiara.

Di notte vi affascina cicondata com’è dal manto buio del mare che si percepisce solo grazie al leggero sciabordio delle onde.

Al tramonto vi rapisce per i colori che il cielo e il mare insieme riescono ad invenarsi. Se è vero che non esiste un tramonto uguale all’altro qui è ancora più vero!

Stavamo passeggiando nella parte di città vecchia che si incunea nel Mediterraneo e che guarda verso il mare aperto appena al di sopra della costa africana.

Noi eravamo appena arrivati in terra siciliana ed onestamente eravamo molto interessati a cercare un posto per rifocillarci. Avremmo frenao la curiosità da turisti per il mattino dopo!

Il sole stava calando all’orizzonte e non c’erano nuvole in cielo (come spesso accade in questo angolo d’Italia). Tutto sembrava volgere ad una serata più che normale.

Poi – all’improvviso – la meraviglia!

Come il disco solare ha iniziato a toccare la linea dell’orizzonte i colori si sono accesi e, minuto per minuto, il cielo e il mare hanno ingaggiato una gara pittorica di prim’ordine.

Una piccola barca in secca ha attirato la mia attenzione.

Era lì, ferma immobile in un ambiente non suo, che probabilmente aspettava il trascorrere della notte per poter riprendere la navigazione il mattino dopo. Per una batuta di pesca o un breve giro carica di turisti stranieri.

Il contrasto tra la barca in secca e il mare così vicino ma irraggiungibile valeva la pena di essere ripreso. I colori meravigliosi del tramonto hanno fatto il resto.

L’immagine ha tre livelli ben separati di prospettiva così da aumentarne il senso di profondità (la barca e il cespuglio in primo piano, il muretto che si staglia netto sulla superficie del mare e l’edificio sull’isola sullo sfondo).

Fortunatamente la barca era stata ricoverata nella sua posizione naturale e non rovesciata come abitualmente si fa. Se lo scafo fose stato visibile sotto-sopra la fotografia avrebbe perso molto del suo significato.

VUOI ACQUISTARE QUESTA IMMAGINE?

Vuoi lasciare un commento? Ne sarei felice!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: